Visualizzazione post con etichetta makeup. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta makeup. Mostra tutti i post

mercoledì 6 febbraio 2013

I più usati/amati di Gennaio (makeup)

Eccomi con i prodotti di make-up più usati/amati di Gennaio. Farò una distinzione tra quelli che ho amato e quelli che ho usato di più perché alcuni si trovano in questo articolo per la sola volontà di finirli e sbarazzarmene il prima possibile. Come dire che non li sopporto più :D


Nella prima foto in alto:

Illamasqua blush duo in Lover/Hussy: ottima texture, facile sfumabilità, blush opachi ma intensi, acquisto azzeccatissimo, l'ho usato spesso.
bareMinerals fondotinta Original in polvere: in questo articolo vi ho spiegato perché lo amo così tanto.
Mac Mineralize Skinfinish Natural: usata tantissimo, specialmente da quando ho finito la mia cipria Primed & Poreless di Too Faced (statemi vicine); luminosa, leggera, perfetta.
bareMinerals Ready fondotinta compatto: non ho fatto in tempo a scrivere la review del fondo in polvere che mi è arrivato questo e ho cominciato ad usarlo all'impazzata. So bene che ho iniziato l'utilizzo solo alla fine di Gennaio, cioè da quando l'ho avuto per la prima volta tra le mani, ma è stato un colpo di fulmine e non faccio altro che indossarlo. Arriverà una recensione tra qualche settimana.
Clarins Mosaique bronzer: penso che questo bronzer sia tra i più citati sul mio blog, non faccio altro che propinarvelo in ogni articolo sui miei preferiti. Non riesco ad abbandonarlo, lo uso tuuuuutti i giorni. Al di sopra uso il blush.

Nella seconda foto troviamo:

Mascara One by One di Maybelline: bah, totale indifferenza. Finisce dritto tra i più usati ma non tra i più amati. Non vedo l'ora di finirlo, perché non fa un granché per le mie ciglia. Non incurva particolarmente, non allunga particolarmente e non volumizza particolarmente. Del tutto inutile.
Illamasqua ombretto Vernau , che mi sono convinta ad acquistare per una serie di ragioni: mi serviva un ombretto da sfumare nella piega che fosse opaco e che fosse abbastanza caldo. Questo è il tipico colore che al primo sguardo lascia indifferenti ma che torna sempre utile. La seconda ragione è che ho approfittato di un bel 60% di sconto di Illamasqua; la terza è che l'ho visto all'opera su Nikkietutorials (questa è stata la ciliegina sulla torta, ecco);
Palettina Dior 5 couleurs numero 553 élégante: questa è proprio una palettina, è davvero minuscola ma contiene alcuni bellissimi ombretti satinati che apprezzo molto. La qualità è ottima e si sfumano con facilità. Date le piccole dimensioni me la porto sempre dietro. Volete sapere dove l'ho scovata? In un cofanetto Dior che conteneva il mascara Iconic e questa chicca in omaggio;
Neve Makeup pastello nella colorazione Cedrata/Gold: ma quanto scrivono bene queste matite? Io ho la Cedrata e la Zaffiro/Indigo e sono entrambe scriventissime. Quella ritratta nelle immagini, però, è quella che ho usato di più. L'ho usata in questo look. Peccato doverla temperare spesso;
Mac matita sopracciglia colorazione Lingering: che dire? Effetto naturale, dura tutto il giorno, facile da usare. L'unica pecca è che sta per finire, sigh;
Mac Chromagraphic pencil in NC15/NW20: usata spessissimo e citata tra queste pagine ancora di più. Dura molte ore nella rima interna e illumina lo sguardo senza essere "troppa";
Matita Chanel Béryl: fa parte della nuova collezione ed è un lavanda molto chiaro; va riscaldata sul palmo della mano prima di utilizzarla, così da permettele di scrivere meglio nella rima interna, in questo modo si evita anche di insistere sulla zona e rischiare di farsi male. Illumina lo sguardo discostandosi un po' dalla colorazione più classica burro o avorio;
New CID i-fix eyebrow fixing pencil: ottima matita cerosa e trasparente, che tiene le sopracciglia ordinate e ferme; credetemi, è di grande aiuto per chi, come me, ha le sopracciglia folte. D'altra parte lo avete constatato in questo post-tutorial, dove ho perso la dignità :D ;
Too Faced Shadow Insurance: non ha bisogno di presentazioni, ho già ammesso tante volte di preferirla al ben più noto Primer Potion di Urban Decay;
Clinique Airbrush concealer: correttore in penna nella colorazione medium, ottimo per chi come me ha bisogno di un prodotto che contenga dell'arancione per contrastare le occhiaie, ma che non siano molto scure. In tal caso temo ci sia bisogno di una coprenza maggiore. Si sfuma in un secondo, non appesantisce lo sguardo e, come dice sempre Lisa, è light-reflecting :D
Mac paint pot in Idyllic: ma quanto sei bello. Rosso. Ho detto tutto. L'ho usato anche in questo look al di sotto dell'ombretto di Rouge Bunny Rouge.
Rouge Bunny Rouge, ombretto Bejewelled Skylark: bellissimo colore, ottima texture, facile sfumabilità. Insomma, un amore a forma di cialda rotonda. Ve ne ho parlato qui.

Qui sotto potete vedere l'ombretto di Illamasqua, la palettina di Dior, l'ombretto di Rouge Bunny Rouge e il paint pot di Mac aperti. 


Avevo intenzione di scrivere un unico articolo che raggruppasse sia il make-up che lo skincare e i prodotti che ho usato maggiormente per struccarmi, ma ho dovuto dividere tutto in nome del rispetto che ho per i vostri occhi :D domani pubblicherò la parte relativa allo skincare e anche qualche extra.

Nel frattempo mi piacerebbe sapere se abbiamo qualche prodotto in comune o se ce n'è qualcuno che vi piacerebbe provare :)
A presto!


martedì 22 gennaio 2013

Il make-up dei regali #2

Rieccomi con un make-up realizzato in parte con uno dei bellissimi regali ricevuti durante le feste appena passate :) è la continuazione della prima puntata che trovate qui!

Questa volta la mia amica Ale ha contribuito alla crescita dei miei pigmenti Illamasqua! Il pigmento in questione è Ore, che trovate qui e che vi illustro grazie ad un'immagine presa da Temptalia. Ebbene sì, mi sono dimenticata di dedicargli un servizio fotografico prima di usarlo quindi ora si trova in condizioni, come dire, "artistiche" :D

Il tessssoro è lui:

Illamasqua Ore pigment from Temptalia.com

























E questo è il look che ho creato!

Menù colori:
(non ho ancora capito se per voi sia meglio avere la lista dei prodotti usati o i nomi generici, tipo "ombretto marroncino caldo opaco". Questa volta ho lasciato, per alcuni, i nomi esatti dei prodotti perché li ritengo particolari e una mia descrizione potrebbe non risultare azzeccata totalmente. Per altri ho fornito la descrizione. Mi fate sapere? :) )

Ombretto nero opaco
Matitone nero
Matita marrone
Matita rossiccia

Dopo avere steso un primer su tutta la palpebra ho sfumato un matitone nero su tutta la palpebra mobile dandogli la forma desiderata. Ho usato l'ombretto opaco Vernau sulla piega e per sfumare i contorni del nero, aiutandomi anche con l'ombretto Arena di Mac. Dopo averlo bagnato ho picchiettato Ore solo sulla palpebra mobile. Ho sfumato dove necessario. Ho tracciato una linea sottile con una matita rossiccia solo sulla rima inferiore e poi con una matita marrone sia sulla rima superiore che su quella inferiore. Quella superiore l'ho sfumata con un pennello pulito non carico di prodotto, quella inferiore prelevando un po' di Vernau. Illuminante a scelta, il mio come al solito è opaco. Matita nera anche nella rima inferiore interna. Piegaciglia, mascara e via :)

Sempre simpatiche le mie ciglia che dopo avere messo il mascara se ne vanno a spasso fischiettando trallallero rallerullallà. No, ma anch'io vi voglio bene.

Il pigmento è, come se non si vedesse, stupendo. Il problema è che è un po' svolazzante quindi bisogna tenerlo a bada onde evitare di finire col faccione glitterdorato. Questo accostamento di colori non mi è particolarmente amico, ma siccome io mi fisso e adoro l'oro me ne sono fregata :D 

Aspetto commenti, opinioni e consigli e nel frattempo vi sbaciucchio profumatamente!
:*

venerdì 4 gennaio 2013

Il make-up dei regali #1

Buon annoooooo! 
Per il primo post del 2013 ho pensato ad un make-up realizzato con... i regali! Non solo di Natale, però in questo articolo vedrete una palette che ho ricevuto proprio nei giorni scorsi e che ho corteggiato per così tanto tempo che alla fine, dopo avere aperto il pacchettino che la conteneva, è saltata su urlandomi "Toh! Sei contenta mò? Ora usami e non rompere i maroni" ed è tornata a sedersi. 

Io, non senza un po' di timore reverenziale, ho risposto: "sì, padrona".

Il bellissimo regalo è opera di questa donna qui. Colei che sa interpretare i miei "uhhhh, che beeeella!" e "ahhhh, sbavoooo" come nessuno mai. Io ve lo dico: ha un blog di smalti e poco tempo fa ha scritto un articolo per Make-up Compulsivo. Vi suggerisco di andarla a trovare :D

Eccola in tutto il suo splendore. La palette della collezione Violet Underground di Estée Lauder.














Io, nel mio primo esperimento (perché ne arriveranno altri), ho ricavato un make-up che oserei definire un po' dark, un po' così, un po' "vediamo cosa combino".


























Forse avrete anche notato il mio immane paiolo. No, quello nelle foto non si vede. Intendo la luce che sulla palette è bella calda, mentre su di me è color grigio pantegana rantolante. Vabbè. Peace and love.

Per il look ho usato la palette in questione, un ombretto in crema violetto, il mix di ombretti verdi usati per il 5 shades of Christmas and friends, una matita bianca e una nera. Il resto sono le solite cose: primer, piegaciglia, mascara.

Ho steso un ombretto cremoso violetto sulla palpebra mobile e un po' oltre la piega. Volevo ottenere un leggero riflesso viola, quindi l'ho sfumato bene. Al di sopra ho picchiettato il viola della palette. Il fucsia l'ho usato per sfumare il colore sulla piega e verso l'esterno. Viola e fucsia sono anche stati sfumati sulla palpebra inferiore. Ho preso il nero e ho cominciato a scurire la piega e gli angoli interno ed esterno dell'occhio, lasciando quindi solo la parte centrale della palpebra mobile più chiara. Sempre con il nero ho scurito anche la palpebra inferiore e poi, solo nella parte centrale, ho picchiettato un mix di verde/nero scuro e verde smeraldo chiaro shimmer. Sulla palpebra mobile superiore, invece, solo nella parte centrale, ho picchiettato il beige della palette. Ho preso una matita nera e ho scurito la rima delle ciglia superiori e ho l'ho sfumata utilizzando il viola della palette e un pennellino molto piccolo. Sulla rima inferiore interna ho steso la matita bianca. Piegaciglia e mascara!

Questo è solo il primo di tanti look che creerò con questa palette. L'ho desiderata troppo per non sfruttarla al massimo :D Ovviamente è un regalo stupendo. Non s'era capito, nè?

Ora tocca a voi dirmi cosa avete ricevuto, se si tratta di make-up o altro, ma soprattutto se questo look vi piace. Baci profumatiiiii!


giovedì 15 novembre 2012

Be Chic Make up Collection 2012

Sono molto contenta di partecipare a questa campagna di Ebuzzing. Prima di tutto, come vi dicevo qui, mi piace molto il brand di cui parlerò: Be Chic ! E poi la campagna riguarda la creazione di un look Be Chic, che da poco ha lanciato la sua linea di make-up dedicato alla style lover . Perfetto! Mi calza a pennello: gli articoli che preferisco scrivere sono proprio quelli dove vi propongo un trucco occhi :)

Parentesi breve, ma doverosa: questo sarà anche il mio primo articolo sponsorizzato; credo che nel corso di questi tre anni e passa di blog abbiate capito come sono e i principi che ho. Anche se dubito ce ne sia bisogno, voglio sottolineare che il mio interesse sarà sempre quello di fornire informazioni veritiere sulla base della mia esperienza coi prodotti citati e che per nessuna azienda al mondo mi abbasserò a censurare la mia opinione. Mi e vi rispetto troppo.

Detto questo, let's go :)
Se avete iniziato i vostri giretti natalizi (ma non necessariamente) forse avete anche trovato in qualche negozio queste deliziose pochette di Be Chic, rosa con dettagli argentati.
 
Kit Smoky jewels

Kit Pelle di porcellana



























Il kit Smoky jewels nella variante Pink gold contiene un trio di ombretti (viola, dorato, marrone freddo medio), un gloss per le labbra e un mascara "Bon ton". Sugli ombretti dirò la mia nella parte dedicata al make-up, più giù. Il gloss non è eccessivamente appiccicoso e il colore, in apparenza scuro, sulle mie labbra già discretamente pigmentate risulta un rosa spento molto naturale. La durata è quella tipica dei gloss (almeno su di me), diciamo due orette massimo. Anche del mascara parlerò più giù :)

Kit Smoky Jewels (variante Pink Gold)














Il Kit pelle di porcellana nella variante Vanilla peach contiene una cipria compatta "Pelle di Porcellana", un blush in crema che può essere utilizzato anche sulle labbra e una matita eyeliner "Sguardo profondo". La cipria contenuta in questa variante va bene come colorazione per me che, per riferimento, sono NC25 nel Pro Longwear di Mac; volendo essere pignoli è leggermente più chiara, ma è piuttosto neutra in termini di sottotono e riguardo al colore credo che un NC15/20 potrebbe trovarla adatta. Il blush in crema è valido: si sfuma bene, non lascia chiazze di colore e, con sotto primer e fondo, è durato circa 6 ore prima di toglierlo. La matita mi è piaciuta tantissimo, ma sarò più dettagliata nella parte dedicata al look degli occhi.



Kit Pelle di porcellana (variante Vanilla Peach)
Kit Pelle di porcellana (variante Vanilla Peach)

































Ho avuto la possibilità di scegliere fra altri kit molto carini, ma come mai la mia scelta è ricaduta su questi, ed in particolare sui colori del kit Smoky jewels? Chevvelodicoaffà? C'è il viola, c'è l'oro... il marrone è un passepartout, quindi sono i toni che di gran lunga preferisco su di me.

Trio di ombretti del kit Smoky jewels variante Pink Gold















 Non sempre, ma spesso, mi piace abbinare il make-up a come sono vestita o se non è possibile allora cerco una "coerenza" almeno con altri elementi del mio outfit, che per quanto mi riguarda comprendono anche lo smalto. Mi diverte molto farlo, quella di far funzionare i colori tra loro è una mia piccola fissazione, e non è detto che io ci riesca tra l'altro, ma lo faccio anche con l'arredamento :D

Le pochette che ho ricevuto sono molto graziose. Solitamente, quando decido cosa indossare, scelgo anche gli accessori da abbinare e poi creo il mio make-up. Una dei miei capi preferiti è una camicia che ha dei piccoli dettagli brillanti lungo l'abbottonatura e ho pensato potessero andare d'accordo con quelli argento delle pochette :) come accessorio viola che riprende il make-up ho scelto una collana sottile con cuoricini viola. Sì, lo so, sono una bambinona mai cresciuta :D (vedere i miei anelli per credere, ne ho uno a forma di tazzina da té e uno a forma di balenottera...giuro...coff coff).















Ma passiamo al make-up. Per farlo ho utilizzato il trio di ombretti e il mascara del kit Smoky Jewels, la matita nera del kit Pelle di porcellana e la cipria come illuminante sempre dallo stesso kit. Ho applicato la matita nera su tutta la palpebra sfumandola verso l'alto (e non verso l'esterno, per mantenere una forma più arrotondata). Al di sopra ho applicato l'ombretto viola del trio, sfumato oltre la piega con il marroncino ed  infine, sopra, con l'oro chiaro. Ho mantenuto il colore più scuro alla base della ciglia per poi arrivare a quello più chiaro salendo. Ho utilizzato il mascara Be Chic, che ho trovato allungante ma non volumizzante. Non fa grumi ma è più sul lato liquido, per questo lo trovo adatto a chi vuole lunghezza e definizione delle ciglia, mentre non fa molta differenza in termini di volume. La matita è il prodotto che mi ha colpita di più perché è molto, molto morbida. Si sfuma benissimo senza asciugarsi in un nanosecondo, quindi si ha il tempo di lavorare la sfumatura senza il rischio di ottenere un risultato a chiazze. Io non ho grossi problemi di durata delle matite nella rima interna e anche di questa non posso che dire altrettanto, anche se non è waterproof. Gli ombretti da soli non scrivono molto e tendono a svanire, cosa che, come potete vedere dalle immagini, si risolve con una bella base scura sotto. A dispetto della pigmentazione trovo che si sfumino in modo facile e non li trovo polverosi.



















Infine gli ultimi due prodotti che ho potuto provare: il blush liquido e il primer viso. Il blush ricorda il famoso Benetint sia per consistenza che per colore e packaging. Questo tipo di texture richiede di sfumare in modo veloce il prodotto perché tende ad asciugarsi in fretta; il mio consiglio è di applicarne una puntina per volta e procedere a piccoli passi fino a costruire l'intensità di colore desiderata. Il primer fa quello che promette: agevola l'applicazione del fondo rendendo la pelle più liscia ed omogenea e consente una maggiore durata del make-up. Non lo sento particolarmente pesante sulla pelle e non mi viene voglia di toglierlo dopo poco, cosa che mi è successa in passato con altri prodotti.















Se c'è una cosa che mi piace di Be Chic è il fatto che sia made in Italy e il costo non eccessivo; le pochette, ad esempio, vanno dai 15 ai 20€ circa mentre i prodotti singoli tipo blush liquido e primer intorno ai 10€. Infine vi ricordo che potete seguire Be Chic sui seguenti canali:
Be Chic su Pinterest

Piuttosto, voi avete già provato i prodotti di make-up di questo brand o pensate di farlo? Raccontatemi, e ditemi anche cosa pensate del look, visto che per deformazione professionale è la parte che mi incuriosisce di più :D Baci profumati!  
Articolo Sponsorizzato

mercoledì 30 maggio 2012

The Body Shop: collezione Cruelty Free Make-up

Buon pomeriggio! Il post di oggi è dedicato ad una nuova collezione make-up di The Body Shop. Si chiama Cruelty Free Make-up e sarà disponibile in tutti i negozi e online a partire dall'11 Giugno. La collezione porta la firma dell'ambasciatrice globale Lily Cole e, come tutti i prodotti The Body Shop, è cruelty free: non è solo non testata sugli animali, ma non impiega alcun derivato animale.

In concomitanza con il lancio della linea, a partire dall'11 Giugno, i clienti di The Body Shop in tutto il mondo avranno l'opportunità di firmare una petizione per sostenere la campagna di Cruelty Free International per la messa al bando di tutti i test sugli animali per scopi cosmetici.

Un'organizzazione no-profit globale che agisce con lo scopo di fermare tutti i test sugli animali per scopi cosmetici. E' stata fondata dalla Lega Antivivisezione Britannica (BUAV), una delle organizzazioni per la protezione degli animali più longeva e rispettata al mondo. 

I test sugli animali sono ancora oggi un grande problema?
Vengono in larga parte ancora oggi effettuati: l'80% dei paesi del mondo ne consente ancora l'esecuzione.

I test sugli animali non sono stati proibiti?
L'11 Marzo del 2009 sono stati proibiti tutti i test sugli animali nella Comunità Europea, grazie anche ai due decenni di campagne alle quali ha partecipato strenuamente anche The Body Shop con la sua campagna contro i test sugli animali. La EU si è impegnata inoltre a fermare entro il 2013 qualunque test sugli animali di nuovi prodotti. Tuttavia i funzionari stanno considerando la possibilità di prorogare tale scadenza.

Cosa farete con le firme raccolte?
Cruelty Free International utilizzerà le firme per dimostrare ai governi e a colore che hanno poteri decisionali la forza dell'opinione dei singoli individui. Queste firme ci permetteranno anche di rispondere a problematiche specifiche dei singoli paesi. Lo scopo è quello di perduadere i governi de maggiori paesi del mondo a bandire definitivamente tutti i test sugli animali per i cosmetici. 

Ecco la collezione:

lunedì 30 aprile 2012

Preview - Sweet Butterfly

Dicono che nella vita le occasioni bisogna crearsele. 
Noi ci stiamo provando.

Ecco un'anteprima di quello che stiamo combinando...Coming soon! :)