mercoledì 28 novembre 2012

Grazia.it, do you want me?


Ho frequentato le elementari all’estero. Lì i voti andavano da un minimo di 1 a un massimo di 5. Era stranissimo tornare a casa e urlare alla mamma: “ho preso 5, evviva!
Lì i temi li svolgevo subito in bella, i maestri volevano che facessimo così.
Poi sono tornata in Italia e qui le maestre mi dicevano: “sempre in brutta copia, prima!
Ecco, per scrivere questo post avrei dovuto scrivere un sacco di brutte copie, prima. Le maestre ne sarebbero felici oggi, se lo sapessero.
Invece il tema dovrebbe essere uno tra i più facili: raccontaci di te.
All’esame di maturità avrei fatto la spavalda, con una traccia simile. Altro che analisi del testo!

E avrei iniziato…

C’era una volta. No.
Tanto tempo fa, in una città del nord. Magari no.
Un giorno, in profumeria… Ila, non si può sentire.
__________________________________________________________________________________________

Ho scritto Ila? Ecco, sì, magari partire dal nome sarebbe una buona idea.

“Ciao a tutti, sono Ilaria.”
*Ciaaaaao Ilaaaaaria*
“Grazie per il benvenuto. Sono contenta di essere tra altri, ehm… appassionati di make-up come me.”
*Raccontaci come hai iniziato.*
“Beh, ecco, gli inizi sono sempre gli stessi, senza fare troppo gli alternativi per incantare il pubblico. Mi piacciono i trucchi. L’ho ammesso. Posso andare ora?”
*Veramente siamo solo all’inizio. Tutto qui?*
“Sì, non c’è niente da spiegare, temo!”
*Ma scusa, e tutta la storia del Chi sono? Te la sei inventata?*
“Ah, già! Il Chi sono. Beh, se l’avessi inventata l’avrei resa più avvincente, no? Anzi, sarebbe stata perfetta con qualche dettaglio, come dire… più cool! Non so: un’adolescenza difficile, una vita di sacrifici e poi il boom di Make-up Compulsivo che la rende ricca e ricercatisssssima. Una make-up artist sempre in giro per il mondo, fotografie in pose confidenziali con professionisti del settore, i complimenti pubblici di Lisa Eldridge, un brand di make-up interamente pensato da lei e… forse mi sono lasciata prendere la mano? Coff. Scusate.”
*Vogliamo solo sapere chi sei tu, Ilaria. E perché fai quello che fai. Siamo curiosi.*
“A-haaaa. Vi ho beccati. Questo è un casting!”
*Precisamente.*

“Bene. Che mi chiamo Ilaria l’ho già detto, giusto?”
*Un’informazione essenziale di cui ci hai già reso partecipi.*
“E che sono un’appassionata di make-up anche, giusto?”
*Giusto.*
“Allora temo che dovrete sopportarmi ancora per qualche riga. Sarò breve, promesso.”
*A te la parola!*
__________________________________________________________________________________________

Sono nata e vivo a Genova, ma sto per trasferirmi a Milano, città in cui mi trovo spesso. Se ve lo state chiedendo: sì, è questo il motivo per cui conosco così bene il magico mondo di Trenitalia.

Confermo e accendo: sono un’appassionata di make-up ed è per questo che nel 2009 ho creato Make-up Compulsivo, il blog che arredo con cura. Ho detto proprio arredo, perché è questa la concezione che ho della mia pagina: è il mio spazio, la mia casa virtuale, perciò mi rispecchia. A partire dal titolo, che vuole essere ironico, perché amo l’autoironia. Non bisogna prendersi troppo sul serio, a volte. Ma essere seri, sì.
La serietà implica prendersi la responsabilità di ciò che si scrive, anche se si tratta di ciprie e piumini. Perché le apparenze ingannano. Il mondo della bellezza non è il mondo della superficialità. Bisogna concedersi il tempo per esplorarlo e conoscerlo. Ecco uno dei motivi che mi hanno spinta a frequentare una scuola di make-up a Milano e in seguito a conseguire l’attestato di truccatrice. Volevo concretizzare. 

Se dovessi definirmi direi che sono una persona che non si accontenta mai e che punta alla perfezione pur rendendosi conto che la perfezione, per fortuna, non esiste. Un’amante delle lingue straniere. Anche se ero piccola, sono convinta che la mia permanenza all’estero mi abbia in qualche modo aperto la mente. Sono stata bombardata di informazioni in inglese e contemporaneamente in spagnolo, ma in casa si parlava l’italiano e a scuola, in secondo tempo, studiavo il francese e il tedesco. Aiuto aiuto. Un’amante della musica, tanto che per scrivere ho la colonna sonora. Un’amante delle Donne, inteso come ammirazione. Fortissime e dignitose, dobbiamo solo riuscire a formare squadra, evitare lo spreco di energie che comporta il mettersi l’una contro l’altra, dopodiché siamo invincibili.   

Infine, il motivo principale per cui sono qui: sono un’amante del make-up, del canale IT Beauty di Grazia.it, perfettamente a mio agio in profumeria, tra mille colori e per giunta con un mezzo di comunicazione potentissimo a disposizione, il signor Internet. Thank you, Mr.Internet!

Se sarei una perfetta It Blogger per Grazia.it devo lasciarlo dire a voi.
Sempre se ci siete ancora.
CI SIETE ANCORA?
__________________________________________________________________________________________

*zZzzz… Zzzzz… ZzZzZ…*
“Ehi! Sveglia, ho finito!”
*Zz… Gh… Mmmh… Eh? Chi? Cosa?*
“Ho finito la mia presentazione!”
*Avevi detto breve eh… pensa se fossi logorroica!*
“Suvvia, non è stato così lungo…”
*Certo, certo. Ehmmm… Dunque, sì. Veniamo a noi. Ora devi solo aspettare.*
“In che senso?”
*Devono votarti. Se vogliono, lo faranno.*
“Ah, ecco, sì. Bene. Ma come funziona esattamente?”
*Intanto inserisci il badge nel blog, per avvisare tutti della tua partecipazione al contest. Tra poco apriremo le votazioni e lì scoprirai la verità…*
“Detto così fa molto “La storia infinita”, no?”
*Hai finito?*
“Sì.”
*Grazie. Bene. Direi che è tutto. LE FAREMO SAPERE.*


GRAZIA, DO YOU WANT ME? :D
Modifica: Evviva! Da oggi posso essere votata a questo link :)

martedì 27 novembre 2012

NailPolish Day #1: A-England, Essence, Mufe


Ciao a tutte/i,
sono Ilaria (all'anagrafe web QueenMiSeRy), una 27enne (ancora per poco) savonese (trapiantata a Genova per altrui volontà e necessità) con una grandissima passione (tra le tante altre che non è questa sede adatta ad elencare) per gli smalti.
E no, per chi se lo stesse chiedendo, non sono una personalità nascosta di Make-up Compulsivo, improvvisamente impazzita. Siamo due persone diverse, ve lo garantisco! Solo, condividiamo molte cose. E da oggi, con grande incoscienza fiducia nei miei confronti da parte sua (se pensate che potrà farvi piacere, ogni tanto, veder spuntare tra cialde, pennelli e rossetti anche qualche boccino di vernice...) proveremo a condividere anche Casa Compulsivo.

-MODE ‘PossoFareUnSalutoACasaEComplimentiPerLaTrasmissione’: ON-

Colgo l’occasione per ringraziarla di avermi affittato una stanza in questo bellissimo appartamento che con tanto impegno e dedizione ha tirato su ed arredato nel corso degli anni. La ringrazio anche per tutto ciò che sta dietro e che l’ha portata a questa decisione. Data la mia inesperienza (sia tecnica sia ‘blogghistica’) mi affida una grande responsabilità… Spero di non annoiarvi e di non fare troppo danno smontando in un minuto tutto ciò che lei ha costruito fino ad ora (non vogliatemene, anzi… aiutatemi a migliorare!).

-MODE ‘PossoFareUnSalutoACasaEComplimentiPerLaTrasmissione’: OFF-

Fatte le dovute premesse e presentazioni… bando alle ciance, squillino le trombe e rullino i tamburi, si aprano le danze gli helmer e vediamo di cosa parlare oggi.


Cast (Left to right):

A-England Gothic Beauties collection (manca Dorian Gray):
- Ophelia
- Lady of Shalott
- Tess d’Ubervilles
- Jane Eyre

Essence Breaking Dawn pt.II collection:
- 01 Jacob’s Protection
- 02 Alice Had a Vision – Again

MUFE Black Tango collection:
- Bleu
- Rouge
- Vert

Le Gothic Beauties hanno una base nera mediamente coprente (sulla ruota trasparente ho ottenuto la piena opacità in due passate normali) arricchita da shimmer: viola/fuxia/magenta ed in certe angolazioni anche blu (Ophelia), blu e viola (Lady of Shalott), verde ed in certe angolazioni quasi dorato (Tess d’Ubervilles) e rosso porpora ed in certe angolazioni fuxia e bronzo (Jane Eyre). 
Nascono e si mostrano come smalti neri impreziositi da uno shimmer molto discreto, evidenziato al sole, ma in certe condizioni di luce addirittura impercettibile. Tra di essi, forse, il più pigmentato è Tess d’Ubervilles che in certe angolazioni appare quasi come fosse verde; onestamente, però, guardando i boccini avrei pensato che il più “colorato” fosse Ophelia

I MUFE Black Tango, invece, hanno una base nera molto sheer (sulla ruota trasparente ho steso 3 passate per ottenere una copertura accettabile, notando però in controluce ancora qualche chiazza non proprio opaca) implementata da una notevole densità di pigmento colorato che cattura e riflette la luce annullando in maniera ampiamente visibile il nero della base. Infatti, a stesura ultimata, se non si sapesse che la base dello smalto è nera, si direbbero per certo vernici scure colorate altamente shimmer. Il nero è unicamente visibile all’ombra, dove il riflesso colorato scompare. 

I due smalti Essence, invece, vanno presi singolarmente:

Lo 01 Jacob’s Protection si compone di una base nera trasparente e abbastanza gelatinosa in cui galleggia una grande quantità di microglitter dai riflessi blu/verde/viola. Preso a confronto con Lady Of Shalott appare molto più brillante rispetto all’A-England, che invece ha uno shimmer molto più discreto e di tonalità meno accese. 
Lo 02 Alice Had A Vision - Again, invece, è già diverso in partenza rispetto ad Ophelia, avendo una base viola (anche questa, come nel fratello 01, sheer e gelatinosa) e non nera. Anche in questo caso, i microglitter fuxia/verde sono molto più evidenti rispetto allo shimmer discreto di Ophelia e la base viola crea un effetto finale completamente differente. 


Tornando al quesito iniziale, vediamo di rispondere ora in modo pratico.
Vi lascio alle immagini (scattate in esterno o in presenza di luce solare diretta, in posizioni ed in condizioni di luce tali da esaltare i riflessi delle formulazioni, ai fini esclusivi del confronto. Ripeto, in ombra o in presenza di luce solare indiretta lo shimmer molto spesso si spegne a favore della base scura).









In conclusione: No Dupes, No Party…(fiuuuuu mi verrebbe da dire! E se c’è qualche smaltara tra di voi, sicuramente conoscerà questa sensazione!!) ma restano comunque 9 smalti molto belli, ognuno diverso, per accontentare tutti i gusti (o quasi…).

Gli smalti A-England sono disponibili per l’acquisto direttamente sul sito di Adina (dove è inoltre attiva una promozione proprio sulle Gothic Beauties valida fino al 30 Novembre). Il sito è interamente UK, per cui nessun problema di dogana per gli acquisti dall’Italia.

Gli smalti Essence sono distribuiti in Italia da Cosnova e si trovano nelle Upim, OVS, Coin.

Gli smalti MUFE li ho acquistati da Sephora, ma so che in altre città ci sono anche altre profumerie/saloni che li vendono. Qui lo store locator.


Per oggi ho sproloquiato abbastanza, spero di non avervi annoiate troppo e...alla prossima!

Baci smaltati! :*


P.S. se volete venire a trovarmi, mi trovate qui.

lunedì 19 novembre 2012

Novità Ciaté Xmas 2012 su Qvc

Ciao ragazze! Post breve per avvisarvi che Ciaté ha pensato a due kit natalizi (ma anche no! autoregalo vi dice niente? :D) che sono in vendita su Qvc dal 14 di Novembre.

Non ho avuto modo di pubblicare la notizia prima, ma vi mostro un'immagine che, sono sicura, vi stuzzicherà molto :D














Questo bellissimo kit di 8 mini smalti, tra cui 4 per la caviar manicure, costa 29€ e lo trovate qui.

Il secondo kit proposto da Ciaté al momento, ahimè, è esaurito ma vi lascio il link ugualmente nel caso ritorni disponibile. Costa 39€ e... sì, avete capito bene: è un calendario dell'avvento composto da tanti mini smalti per ogni finestrella. Daaaaaaai, suuuuu... ma quant'è carino? :D


Credo che per le novità di Ciaté sia tutto... insomma, bastano e avanzano per fare danni. Scherzi a parte, anche queste trovo siano delle ottime idee regalo per amanti degli smalti... o per concedersi un bel regalino :)
Ditemi la vostra, come sempre.
Baci profumatiiiiiiiiiiiiiiii!

domenica 18 novembre 2012

Barocchiamo? Con Ila e Dani!

Vi ricordate il mio post intitolato Border make-up? Ebbene, oggi mi sono ispirata alla manicure creata da Dani su Piccolo Spazio Vitale. Lei, a sua volta, si è ispirata ad un'atmosfera, come dire, baroccheggiante :D 

Io ho creato un look molto semplice che riprende gli stessi colori. In aggiunta ho usato i Face Lace, che adoro ma che nelle immagini così ravvicinate forse non rendono molto perché si vede un po' l'adesivo tutto intorno, nonostante sia trasparente. Noterete la differenza con questo make-up che avevo realizzato su Mela in uno dei photoshoots per Photupshion, con luci serie (che io non ho) :D
Il make-up è semplicissimo: pigmento oro sulla palpebra mobile, picchiettato e bagnato. Eyeliner nero, matita oro nella rima interna e ciglia finte :D Certo, applicare i Face Lace non è simpaticissimo, anche Sam Chapman è di questo avviso :D

E ora tutte a vedere le unghiette di Dani!
(che, ovviamente, ringrazio per la fiducia e per la collaborazione :* )
E fatemi sapere i vostri pareri :)
Baci profumatiiii!


giovedì 15 novembre 2012

Be Chic Make up Collection 2012

Sono molto contenta di partecipare a questa campagna di Ebuzzing. Prima di tutto, come vi dicevo qui, mi piace molto il brand di cui parlerò: Be Chic ! E poi la campagna riguarda la creazione di un look Be Chic, che da poco ha lanciato la sua linea di make-up dedicato alla style lover . Perfetto! Mi calza a pennello: gli articoli che preferisco scrivere sono proprio quelli dove vi propongo un trucco occhi :)

Parentesi breve, ma doverosa: questo sarà anche il mio primo articolo sponsorizzato; credo che nel corso di questi tre anni e passa di blog abbiate capito come sono e i principi che ho. Anche se dubito ce ne sia bisogno, voglio sottolineare che il mio interesse sarà sempre quello di fornire informazioni veritiere sulla base della mia esperienza coi prodotti citati e che per nessuna azienda al mondo mi abbasserò a censurare la mia opinione. Mi e vi rispetto troppo.

Detto questo, let's go :)
Se avete iniziato i vostri giretti natalizi (ma non necessariamente) forse avete anche trovato in qualche negozio queste deliziose pochette di Be Chic, rosa con dettagli argentati.
 
Kit Smoky jewels

Kit Pelle di porcellana



























Il kit Smoky jewels nella variante Pink gold contiene un trio di ombretti (viola, dorato, marrone freddo medio), un gloss per le labbra e un mascara "Bon ton". Sugli ombretti dirò la mia nella parte dedicata al make-up, più giù. Il gloss non è eccessivamente appiccicoso e il colore, in apparenza scuro, sulle mie labbra già discretamente pigmentate risulta un rosa spento molto naturale. La durata è quella tipica dei gloss (almeno su di me), diciamo due orette massimo. Anche del mascara parlerò più giù :)

Kit Smoky Jewels (variante Pink Gold)














Il Kit pelle di porcellana nella variante Vanilla peach contiene una cipria compatta "Pelle di Porcellana", un blush in crema che può essere utilizzato anche sulle labbra e una matita eyeliner "Sguardo profondo". La cipria contenuta in questa variante va bene come colorazione per me che, per riferimento, sono NC25 nel Pro Longwear di Mac; volendo essere pignoli è leggermente più chiara, ma è piuttosto neutra in termini di sottotono e riguardo al colore credo che un NC15/20 potrebbe trovarla adatta. Il blush in crema è valido: si sfuma bene, non lascia chiazze di colore e, con sotto primer e fondo, è durato circa 6 ore prima di toglierlo. La matita mi è piaciuta tantissimo, ma sarò più dettagliata nella parte dedicata al look degli occhi.



Kit Pelle di porcellana (variante Vanilla Peach)
Kit Pelle di porcellana (variante Vanilla Peach)

































Ho avuto la possibilità di scegliere fra altri kit molto carini, ma come mai la mia scelta è ricaduta su questi, ed in particolare sui colori del kit Smoky jewels? Chevvelodicoaffà? C'è il viola, c'è l'oro... il marrone è un passepartout, quindi sono i toni che di gran lunga preferisco su di me.

Trio di ombretti del kit Smoky jewels variante Pink Gold















 Non sempre, ma spesso, mi piace abbinare il make-up a come sono vestita o se non è possibile allora cerco una "coerenza" almeno con altri elementi del mio outfit, che per quanto mi riguarda comprendono anche lo smalto. Mi diverte molto farlo, quella di far funzionare i colori tra loro è una mia piccola fissazione, e non è detto che io ci riesca tra l'altro, ma lo faccio anche con l'arredamento :D

Le pochette che ho ricevuto sono molto graziose. Solitamente, quando decido cosa indossare, scelgo anche gli accessori da abbinare e poi creo il mio make-up. Una dei miei capi preferiti è una camicia che ha dei piccoli dettagli brillanti lungo l'abbottonatura e ho pensato potessero andare d'accordo con quelli argento delle pochette :) come accessorio viola che riprende il make-up ho scelto una collana sottile con cuoricini viola. Sì, lo so, sono una bambinona mai cresciuta :D (vedere i miei anelli per credere, ne ho uno a forma di tazzina da té e uno a forma di balenottera...giuro...coff coff).















Ma passiamo al make-up. Per farlo ho utilizzato il trio di ombretti e il mascara del kit Smoky Jewels, la matita nera del kit Pelle di porcellana e la cipria come illuminante sempre dallo stesso kit. Ho applicato la matita nera su tutta la palpebra sfumandola verso l'alto (e non verso l'esterno, per mantenere una forma più arrotondata). Al di sopra ho applicato l'ombretto viola del trio, sfumato oltre la piega con il marroncino ed  infine, sopra, con l'oro chiaro. Ho mantenuto il colore più scuro alla base della ciglia per poi arrivare a quello più chiaro salendo. Ho utilizzato il mascara Be Chic, che ho trovato allungante ma non volumizzante. Non fa grumi ma è più sul lato liquido, per questo lo trovo adatto a chi vuole lunghezza e definizione delle ciglia, mentre non fa molta differenza in termini di volume. La matita è il prodotto che mi ha colpita di più perché è molto, molto morbida. Si sfuma benissimo senza asciugarsi in un nanosecondo, quindi si ha il tempo di lavorare la sfumatura senza il rischio di ottenere un risultato a chiazze. Io non ho grossi problemi di durata delle matite nella rima interna e anche di questa non posso che dire altrettanto, anche se non è waterproof. Gli ombretti da soli non scrivono molto e tendono a svanire, cosa che, come potete vedere dalle immagini, si risolve con una bella base scura sotto. A dispetto della pigmentazione trovo che si sfumino in modo facile e non li trovo polverosi.



















Infine gli ultimi due prodotti che ho potuto provare: il blush liquido e il primer viso. Il blush ricorda il famoso Benetint sia per consistenza che per colore e packaging. Questo tipo di texture richiede di sfumare in modo veloce il prodotto perché tende ad asciugarsi in fretta; il mio consiglio è di applicarne una puntina per volta e procedere a piccoli passi fino a costruire l'intensità di colore desiderata. Il primer fa quello che promette: agevola l'applicazione del fondo rendendo la pelle più liscia ed omogenea e consente una maggiore durata del make-up. Non lo sento particolarmente pesante sulla pelle e non mi viene voglia di toglierlo dopo poco, cosa che mi è successa in passato con altri prodotti.















Se c'è una cosa che mi piace di Be Chic è il fatto che sia made in Italy e il costo non eccessivo; le pochette, ad esempio, vanno dai 15 ai 20€ circa mentre i prodotti singoli tipo blush liquido e primer intorno ai 10€. Infine vi ricordo che potete seguire Be Chic sui seguenti canali:
Be Chic su Pinterest

Piuttosto, voi avete già provato i prodotti di make-up di questo brand o pensate di farlo? Raccontatemi, e ditemi anche cosa pensate del look, visto che per deformazione professionale è la parte che mi incuriosisce di più :D Baci profumati!  
Articolo Sponsorizzato

domenica 11 novembre 2012

TAG: Qual è il tuo preferito?

Ho visto questo tag da Misato. Io sono indecente con i tag perché devo recuperarne tantissimi. Non si fa, non si fa, lo so. Mi inginocchio, chiedo scusa, supplico perdono!

Questo mi stuzzicava proprio perché è una raccolta di preferiti del make-up non indifferente perciò ready, set, go.

01) Qual è il tuo primer occhi preferito? 
Too Faced Shadow Insurance, hands down. Nemmeno il primer potion di Urban Decay, sebbene mi sia trovata bene, lo supera. Non sono nemmeno particolarmente fan della versione Eden sempre di Urban Decay perché è troppo "correttoresca" :D troppo pesante, troppo asciutta. La uso proprio ogni tanto, ma non la ricomprerei.

02) Qual è il tuo mascara preferito? 
Il Multi-dimension di Essence mi piace molto, ma il fatto è che mi trovo bene con molti mascara. Forse potrei citare il peggiore, ma non è questa la sede giusta :D Anche quelli di Maybelline mi soddisfano molto solitamente. Ora sto finendo l'Iconic di Dior che inizialmente non mi diceva niente mentre ora ho imparato ad apprezzarlo. 

03) Qual è il tuo eyeliner preferito? 
Beh, senza dubbio tutti i fluidline di Mac. Intoccabili.

04) Qual è il tuo ombretto preferito?
Uno? No dai, impossibile. Cranberry di Mac? Il pearl 423 di Inglot (qui)? Come posso sceglierne uno? Non si fa, #sapevatelo.

05) Qual è la tua matita nera preferita?  
Feline di Mac è amorissimo. La Zero di Urban Decay anche, mi dura anche di più nella rima interna ma non ha lo stesso carisma della prima :D

06) Qual è la tua matita colorata preferita? 
In assoluto tutte le pearlglides di Mac (prima o poi le compro tutte) e anche le double glam di Kiko.

07) Qual è la tua matita per sopracciglia preferita? 
Anch'io come Misato adoro la Lingering di Mac. 

08) Qual è il primer viso preferito? 
Quello di Laura Mercier, per tutta la vita. La versione normale.

09) Qual è il tuo fondotinta preferito? 
Al momento la Skin base di Illamasqua (awwww), ma amo anche la versione original del fondo in polvere di BareMinerals. Strano che io dica ciò da non amante delle polveri, ma chevvedevodì! Ci sono andata avanti tutta l'estate...

10) Qual è la tua crema colorata/BB cream preferita? 
Quella di Maybelline Dream Fresh non è affatto male, e lascia una bella sensazione di freschezza. Comunque in via generale non sono un'amante della categoria.

11) Qual è la tua cipria preferita?
La Crystal glass di Madina!

12) Qual è il tuo blush preferito? 
Oh mamma. Brit wit di Mac è in crema ed è impareggiabile. Luminoso, soft, si sfuma col pensiero, bellissimo. In polvere invece Melba e Utterly game sempre di Mac.

13) Qual è la tua terra preferita? 
Bronzer, la Mosaique di Clarins. Oh sì!

14) Qual è il tuo illuminante preferito? 
Il Dewy glow di Jemma Kidd :)

15) Qual è il tuo correttore preferito? 
Select moisturecover di Mac tutta la vita, per le occhiaie. Non adatto a chi ha bisogno di una coprenza più elevata. Lo adoro perché è luminoso e leggero e non appesantisce lo sguardo. Per il viso ho iniziato ad usare di recente il famoso Secret Camouflage di Laura Mercier e per il momento posso dire che è tutto un altro mondo.

16) Qual è la tua matita labbra preferita? 
Mmh, non ne ho una preferita in particolare ma come matita che su di me va bene giusto per dare un po' di definizione direi la Oak di Mac.

17) Qual è il tuo gloss preferito? 
Mah... sono una fan sfegatata dei rossetti... Gloss, a dire il vero, ne uso pochi. Perché dopo un po' mi danno terribilmente fastidio. Mi era piaciuto un gloss di Clarins, che serviva da perfezionatore per le labbra: Eclat Minute.

18) Qual è il tuo rossetto preferito?  
E vabbè dai. Ci risiamo. Ne ho tanti, mi dispiace, perciò inizio con l'elenco: Rebel di Mac. Petals & Peacocks di Mac. Liu di Guerlain. I rossetti della mia adorata Estée Lauder.

19) Qual è la tua tinta labbra preferita? 
Ho provato alcune tinte carine, ma quella perfetta non l'ho ancora trovata.

20) Qual è il tuo smalto preferito? 
Anche qui ce ne sarebbero. Come qualità credo di essermi pazzamente innamorata di tutti i Leighton Denny che ho. Ma anche i China Glaze presi di recenti sono sensazionali. Deve arrivarmi il mio primo Illamasqua, ne dicono meraviglie, vi aggiornerò :) Ah sì, è Charisma!
PARLIAMONE.

Dai, questo tag è facile... raccontatemi qualcosa dei vostri preferiti con un commento o, se preferite, preparando un post :)
Baci preferitissimi :D       
   

venerdì 9 novembre 2012

Mac Glamour Daze: Luxurious Pink lip bag

Lo so, ho un debole per le lip bag di Mac.

Tutto ciò che va applicato sulle labbra mi attira e quindi automaticamente anche i pigmenti, per non parlare dei balsami labbra, che uso perennemente. 
Se Enzo e Carla fossero qui, sarei io a dire loro: "mai più senza balsamo per le labbra!".

Ma sto divagando. Forse perché il senso di colpa è lì che bussa... coff coff, ehm, dicevo.
Mi sono innamorata di questa lip bag da subito e in negozio non ho potuto proprio evitare di comprarla. Sì, mi hanno minacciata. "Se non compri la lip bag ti sequestriamo tutti i trucchi".

La cosa buffa è che questa borsettina piccina picciò non contiene una preziosa limited edition, nooo! Per esempio contiene il rossetto Lickable che è permanentissimo; è proprio tutto il contesto che mi piace: la borsetta rosa leopardata, la decorazione sulla plastichetta interna in stile pizzo... Ecco sì, tutta la mia kitschaggine si è rivelata. *lampi, tuoni, fulmini, saette, tempeste, sandy*

Potrete mai perdonarmi? Dai! *-*






















































Ora ditemi che non dovevo farlo :D
Baci glamour!

giovedì 8 novembre 2012

Occhiali da sole... e labbra accese!

Poche settimane fa sono stata contattata da Firmoo per un articolo su un paio di occhiali che ho scelto sul loro sito. Ora, ho rifiutato tante collaborazioni in passato:

non ho mai accettato l'invio di prodotti per capelli (ancora oggi sul blog è presente una sola review su questo tema, ed è quella in collaborazione con la mamma parrucchiera :D ), di prodotti per la ricostruzione delle unghie (non saprei nemmeno da dove cominciare), senza parlare dei vari Pampers e cibo per cani. Giuro, non so quante mail con la scritta Drynites ho contato. Santa pace. C'è scritto Make-up Compulsivo, non La Coop sei tu.