Visualizzazione post con etichetta l'oréal. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta l'oréal. Mostra tutti i post

mercoledì 22 maggio 2013

Instagrámmami le unghie

Il titolo potrebbe sembrare un insulto, ma non lo è.

Il punto è che qui sul blog non parlo molto di smalti, l'ho fatto all'inizio ma non credo che sarò mai in grado di discuterne in modo approfondito perché la realtà è che non ne so abbastanza. Preferisco lasciarlo fare a chi tra gli smalti ci naviga, e cito due nomi proprio a caso: la mia omonima e Dani.

Però ho scoperto che più spesso di quanto mi sarei mai aspettata pubblico foto delle mie unghiazze su Instagram come se il mondo non potesse farne a meno, come se avessi cento mani, come se mi pittassi dalla mattina alla sera, come se avessi centiliardi di smalti che non finirò mai. E la cosa mi piace pure.

 Il mio problema vero è che adoro gli smalti.
Sospiro.

Da sinistra in alto:
China Glaze in Smoke & Ashes
Leighton Denny in Plush Pink
Essie in Splash of Grenadine + qualcosa sopra che non trovo più (ombre)
China Glaze in Stella
A-England in Tristam
Leighton Denny in Miss Behavin + Angel Wings (crackle)
Nails Inc in Belgrave Place + Max Factor in Galaxy Fire
China Glaze in Desert sun
Nails Inc in Topping Lane

Altro giro:
Da sinistra in alto:
Mac in Everything That Glitters
Orly in Miss Conduct
Deborah Shine Tech in 827  + Shaka in Las Vegas (accent)
Nails Inc 3D Glitter in Bloomsbury Square
Rimmel in Rock Royalty
Illamasqua in Charisma
Essie in Leading Lady
L'Oréal in Divine Indigo + Nails Inc in Chelsea Square (accent)

Mi sono sfogata.
E chiedo scusa.

Ma non lasciatemi sola nella mia follia e ditemi qualcosa. Pliiiiis.
A prestissimo e buoni pittamenti!

mercoledì 27 febbraio 2013

L'Oréal Shine Caresse: review

Come definire i L'Oréal Shine Caresse? Sul sito ufficiale rientrano nella sezione "Gloss". Io credo possano far parte della categoria "Tinte", che al momento non c'è, ma che creerei all'istante, vista la diffusione! Certo, tra le tinte in circolazione da tanti anni (vedi Urban Decay) e quelle di ultima generazione ce ne passa, soprattutto in termini di idratazione, ma questo è un argomento che vorrei affrontare in uno dei prossimi post, dedicato a tutte le tinte labbra in mio possesso per analizzarla una ad una.

Perciò ora mi concentro solo su questo bel prodottino.
In basso a sinistra il prodotto come appare dopo averlo applicato e tolto con una salvietta umida, come si nota tinge. A destra il colore appena applicato.

Scheda tecnica:
L'Oréal Shine Caresse numero 300 - Juliet
Dove si compra? Sephora, Upim, OVS, Coin, Douglas, Acqua & Sapone ma anche in alcuni supermercati.
Quanto costa? Senza offerte tra i 9/10€ fino ai 14€, vi consiglio di girare un po' per trovare il rivenditore più conveniente.
Quantità: 6 ml
PAO: 12M
Altro da dire? In Italia le colorazioni disponibili sono 8, all'estero (putacaso) qualcuna in più.

Normalmente non sono attratta dagli espositori L'Oréal, lo ammetto. Sono quei pochi che, di solito, salto a piè pari, di rado swatcho i prodotti e ancor più di rado li compro. Qualche mese fa, però, incuriosita dal packaging che trovo piuttosto elegante, il mio cervello mi ha suggerito di provare uno Shine Caresse. Non ne avevo ancora sentito parlare, perciò l'ho provato priva di alcun pregiudizio. Ciò che mi ha convinta ad acquistarlo (oltre ad un 20% di sconto) è stata la texture, che è molto "sottile", un po' "acquosa". In più il colore, a prima passata, rimaneva semitrasparente ed era proprio ciò che cercavo in quel momento: un rosso non troppo vivace. Insomma, l'ho portato a casa.

Il colore, innanzitutto, per me è amore. Un rosso che con un solo strato di colore è semitrasparente ma che, aggiungendo prodotto, diventa bello carico come in foto, nello swatch più a destra.
La texture è leggera come mi era sembrata all'inizio, il finish è lucido nelle prime ore, ma tende ad opacizzarsi durante la giornata, fino ad attenuarsi ma senza lasciare sgradevoli chiazze di colore o, peggio, solo il contorno labbra. A questo punto è bene precisare che prima di usarlo, data la texture, uso sempre un balsamo labbra prima. Per me, portatrice sana di labbra secche e burro cacao dipendente, è imprescindibile. Detto questo, durante la giornata e finchè il prodotto dura, non sento mai le labbra secche. La brillantezza iniziale va attenuandosi col passare delle ore e, sebbene il colore non scompaia totalmente dopo un pranzo completo (perché le labbra rimangono leggermente tinte in modo uniforme), io devo riapplicarlo. Ma se esco e non mangio nulla per tutto il tempo che sto fuori, lui rimane lì, meno luminoso ma lì. Naturalmente la durata sarà anche direttamente proporzionale a come trattate le labbra prima di metterlo. Tipo: se mettete matita, primer, cipria e via dicendo naturalmente durerà ancora di più, ma nel mio caso l'ho sempre messo solo con il balsamo sotto. L'applicatore a goccia per quanto mi riguarda è comodo e piuttosto preciso per via della parte leggermente appuntita in cima, non sento l'esigenza di applicare il prodotto con un pennello da labbra nè di usare per forza la matita sul contorno.

A Capodanno ho optato per lui. No, non è sopravvissuto al cenone (e ai vari doppi primi, doppi secondi, tripli contorni, pentagoni di dessert, caffè, digestivi, lenticchie di mezzanotte, spumante, tombolate) senza perdere brillantezza e colore, anche se per buona parte della cena ha resistito. Ho anche coinvolto tutte le persone che erano con me: "sto testando questa tinta, mi avvisate appena perde colore?"...è uno sporco lavoro, ma qualcuno deve pur farlo! :D 

Io ho adocchiato altri colori e penso che presto verranno a casa con me, anche perché alcune recensioni lo definiscono l'alternativa economica alle più famose tinte di YSL che, però, non ho comprato.
Lo avete provato? Pensate di farlo? Sfogatevi! :D 
A presto!