mercoledì 27 febbraio 2013

L'Oréal Shine Caresse: review

Come definire i L'Oréal Shine Caresse? Sul sito ufficiale rientrano nella sezione "Gloss". Io credo possano far parte della categoria "Tinte", che al momento non c'è, ma che creerei all'istante, vista la diffusione! Certo, tra le tinte in circolazione da tanti anni (vedi Urban Decay) e quelle di ultima generazione ce ne passa, soprattutto in termini di idratazione, ma questo è un argomento che vorrei affrontare in uno dei prossimi post, dedicato a tutte le tinte labbra in mio possesso per analizzarla una ad una.

Perciò ora mi concentro solo su questo bel prodottino.
In basso a sinistra il prodotto come appare dopo averlo applicato e tolto con una salvietta umida, come si nota tinge. A destra il colore appena applicato.

Scheda tecnica:
L'Oréal Shine Caresse numero 300 - Juliet
Dove si compra? Sephora, Upim, OVS, Coin, Douglas, Acqua & Sapone ma anche in alcuni supermercati.
Quanto costa? Senza offerte tra i 9/10€ fino ai 14€, vi consiglio di girare un po' per trovare il rivenditore più conveniente.
Quantità: 6 ml
PAO: 12M
Altro da dire? In Italia le colorazioni disponibili sono 8, all'estero (putacaso) qualcuna in più.

Normalmente non sono attratta dagli espositori L'Oréal, lo ammetto. Sono quei pochi che, di solito, salto a piè pari, di rado swatcho i prodotti e ancor più di rado li compro. Qualche mese fa, però, incuriosita dal packaging che trovo piuttosto elegante, il mio cervello mi ha suggerito di provare uno Shine Caresse. Non ne avevo ancora sentito parlare, perciò l'ho provato priva di alcun pregiudizio. Ciò che mi ha convinta ad acquistarlo (oltre ad un 20% di sconto) è stata la texture, che è molto "sottile", un po' "acquosa". In più il colore, a prima passata, rimaneva semitrasparente ed era proprio ciò che cercavo in quel momento: un rosso non troppo vivace. Insomma, l'ho portato a casa.

Il colore, innanzitutto, per me è amore. Un rosso che con un solo strato di colore è semitrasparente ma che, aggiungendo prodotto, diventa bello carico come in foto, nello swatch più a destra.
La texture è leggera come mi era sembrata all'inizio, il finish è lucido nelle prime ore, ma tende ad opacizzarsi durante la giornata, fino ad attenuarsi ma senza lasciare sgradevoli chiazze di colore o, peggio, solo il contorno labbra. A questo punto è bene precisare che prima di usarlo, data la texture, uso sempre un balsamo labbra prima. Per me, portatrice sana di labbra secche e burro cacao dipendente, è imprescindibile. Detto questo, durante la giornata e finchè il prodotto dura, non sento mai le labbra secche. La brillantezza iniziale va attenuandosi col passare delle ore e, sebbene il colore non scompaia totalmente dopo un pranzo completo (perché le labbra rimangono leggermente tinte in modo uniforme), io devo riapplicarlo. Ma se esco e non mangio nulla per tutto il tempo che sto fuori, lui rimane lì, meno luminoso ma lì. Naturalmente la durata sarà anche direttamente proporzionale a come trattate le labbra prima di metterlo. Tipo: se mettete matita, primer, cipria e via dicendo naturalmente durerà ancora di più, ma nel mio caso l'ho sempre messo solo con il balsamo sotto. L'applicatore a goccia per quanto mi riguarda è comodo e piuttosto preciso per via della parte leggermente appuntita in cima, non sento l'esigenza di applicare il prodotto con un pennello da labbra nè di usare per forza la matita sul contorno.

A Capodanno ho optato per lui. No, non è sopravvissuto al cenone (e ai vari doppi primi, doppi secondi, tripli contorni, pentagoni di dessert, caffè, digestivi, lenticchie di mezzanotte, spumante, tombolate) senza perdere brillantezza e colore, anche se per buona parte della cena ha resistito. Ho anche coinvolto tutte le persone che erano con me: "sto testando questa tinta, mi avvisate appena perde colore?"...è uno sporco lavoro, ma qualcuno deve pur farlo! :D 

Io ho adocchiato altri colori e penso che presto verranno a casa con me, anche perché alcune recensioni lo definiscono l'alternativa economica alle più famose tinte di YSL che, però, non ho comprato.
Lo avete provato? Pensate di farlo? Sfogatevi! :D 
A presto!

martedì 26 febbraio 2013

Essence Oz The Great And Powerful, ombretto Generosity

Oggi ho miracolosamente trovato un espositore Essence intonso.
Se vi dico che è cosa rara sarete tutte d'accordo, vero? :D

C'era anche la collezione Oz The Great And Powerful, di cui mi sono accaparrata solo l'ombretto Generosity. Siccome non circolano ancora tante foto ho pensato che queste potrebbero tornare utili a qualcuno. Naturalmente la mia è una primissima impressione, ma mi è piaciuta subito la texture dei tre ombretti proposti nella collezione e quindi uno me lo sono portata a casa. Che colorino, direte. Fra i tre, però, è quello che mi ha incuriosita di più. Lo immagino funzionare molto bene sia come colore nella piega perché non è nè troppo caldo nè troppo freddo, sia come illuminante su pelli medio-chiare, sia come colore primaverile su palpebra piena. Insomma, ci siamo capite, mi è piaciuto. Avrei taaaanto voluto avere un tester a disposizione per provare anche le matite, visto che i colori mi piacevano, ma non erano disponibili e quindi ho preferito non comprare alla cieca. 
Va bene che sono pochi soldi, ma pochi + pochi = tanti (soldi buttati) :D

Basta, ho parlato troppo. A voi qualche immagine :-)


Devo dire che non mi sono mai trovata benissimo con gli ombretti mono di Essence, perlomeno quelli provati fino ad oggi. Per il prezzo niente da dire, ma a volte mi sono sembrati poco pigmentati rispetto al tester e anche più polverosi, quindi questo l'ho comprato con la speranza di potermi fidare del mio istinto (e del tatto, a questo punto!) visto che a toccarli mi sono sembrati molto più morbidi e pigmentati del solito. Il finish è metallizzato ma vedete da voi che non è esagerato. Sotto luce artificiale, però, presenta qualche microscopico glitter che a luce naturale, forse perché sono cieca, non vedo. Vedrò di incorporare questo ombretto in un look, se vi va. Oggi l'ho fatto ma molto velocemente, aggiungendolo solo al mio trucco del giorno a fine giornata, e mi è piaciuto. Vedremo poi, con la dovuta calma :-)
F-F-F-FATTO! 
Avrei voluto provare il blush in crema, ma era l'unico pezzo della collezione esaurito. Strano!

Voi avete già trovato la Oz in giro? E in generale quanto dovete impegnarvi per trovare ciò che volete di Essence? :D
A presto!

lunedì 25 febbraio 2013

5 motivi per amare il 217 di Mac

Il pennello 217 di Mac, si sa, è uno dei pennelli più utilizzati, venduti, amati. Ci sarà un motivo?
. E, se me lo permettete, vorrei darvi un mio parere al riguardo. Anzi, vorrei dirvi proprio i miei 5 motivi per amare il 217 di Mac.

1) Sfuma come nessuno mai.
Negli anni ho collezionato moltissimi pennelli da sfumatura. Di un sacco di marche, dai prezzi più disparati e anche qualche presunto dupe. Nessuno, per me, sfuma bene come il 217. Quando non sono soddisfatta di una sfumatura il 90% delle volte mi basta cambiare pennello, tornare da lui ed è fatta. Una volta Dustin, in un video, ha spiegato come gran parte del lavoro lo faccia la mano di chi trucca, a seconda che sia più o meno delicata. E che proprio per questo motivo c'è chi con un pennello come il 217 si trova male. Credo sia plausibile, io ad esempio mi trovo benissimo col 217 e malissimo coi pennelli che ci facevano usare a scuola per sfumare, tipo il 242 di Mac. Per me il 217 è il massimo, ma bisogna provare, provare e ancora provare per rintracciare il pennello da sfumatura migliore per voi.

2) È perfetto per sfumare anche i prodotti in crema.
Il correttore per le occhiaie, ad esempio, o quello per le discromie del viso, specie se su una superficie non troppo microscopica (per la quale preferisco un pennellino di precisione). Funziona incredibilmente bene, sia coi correttori più densi (vedi studio finish concealer) che con quelli semi-liquidi (vedi select moisturecover). In entrambi i casi trovo che il risultato non dia mai un effetto di pesantezza al look e che sia sempre il più naturale possibile. Lo preferisco mille volte ai pennellini sintetici a lingua di gatto, trovo che stenda molto meglio il prodotto, perché nel farlo lo sfuma anche.

3) Illuminante? Certo che sì.
Quando i pennelli pensati anche per l'illuminante (188 di Mac? 109 di Mac? i pennelli a ventaglio? la lista è infinita... ne esistono tantissimi) coprono una superficie troppo grande e si rischia di uscire di casa conciate come un lampadario, lui è utilissimo. Illumina sia al di sotto dell'arco sopraccigliare che sugli zigomi, ma l'effetto, per via delle setole non densissime, sarà sempre naturale. E l'arco di cupido? E la radice del naso? Va bene anche per quello!

4) Cipria, a noi.
Ottimo anche per fissare il correttore con la cipria nella zona delle occhiaie e in quei punti dove serve più precisione, tipo ai lati del naso. Io picchietto con la cipria sulla zona da opacizzare e poi elimino l'eccesso di polvere con movimenti molto leggeri.  

5) E il contouring?
Non è il mio preferito in assoluto, perché per questo tipo di lavoro preferisco un pennello più grande, ma c'è una zona su cui non mi piace proprio lavorare con pennelli di maggiori dimensioni proprio per l'eccessiva ampiezza... ed è il naso! Sì, contouring del naso... il 217 è semplicemente l'ideale. Si parte dalla parte più interna degli occhi e si va giù lungo i lati del naso, lasciando libera la parte centrale che, a seconda dei casi, va illuminata.

Quando iniziai a usare il 217, anni fa, ancora non sapevo quanto in realtà fosse un pennello multiuso. Me ne sono accorta col tempo, prendendoci la mano. Allora ho anche realizzato il motivo per cui nei kit di tantissimi make-up artist non si trova solo un 217, ma tre, quattro, cinque 217. Come dire che non ce n'è mai abbastanza! Torna sempre utile!

Il mio 217 ha perso il numero :D


Se volete investire qualche soldino in un buon pennello, che vi duri anni e anni, e con cui ci si può fare praticamente di tutto, ma non stendere il bucato, allora comprate lui.

Lunga vita al 217! :D

Voi lo avete? Come vi trovate? O vi incuriosisce e pensate di comprarlo?
A prestissimo!

venerdì 22 febbraio 2013

Nuovo mascara di Rouge Bunny Rouge!

Non posso non condividerlo.

Rouge Bunny Rouge propone un nuovo colore del loro mascara Dramatic Lash. Indovinate un po' che colore è? Uno che a me non piace per niente... no, no. Mi fa proprio senso. Sìsì.

Bordeaux. Ahhhhhhhh.

Dai. Parliamone. Non ho resistito e quindi eccovi qualche informazione. Dal comunicato stampa ho appreso che sarà disponibile da Marzo, ma andando sul sito ufficiale e precisamente a questa pagina ho visto che è già possibile aggiungerlo al carrello. Non che la cosa mi dispiaccia, ovviamente. Il nuovo colore si chiama Oxblood Panache

Eccovi altre immagini. Quella a destra è lo swatch compreso nel comunicato stampa e che riproduce, spero fedelmente, il colore reale del mascara.

No, ma andiamo bene. *segna in wishlist*

Ora sì che abbiamo un problema, perché anche lo scovolino mi ispira assai!
E A VOI?
Baci mascarati! :D

giovedì 21 febbraio 2013

Absolute Douglas ombretti: review, swatches e look

Eccomi con la seconda review relativa ai prodotti Absolute Douglas che mi sono stati inviati. La prima riguardava i lipgloss e la trovate qui. Ora, invece, partiamo con gli ombretti Absolute Eyes :-)

I due ombretti che ho testato sono il Golden Eye e il Dark Nights, eccoli:

Ed eccoli qui più da vicino:
Scheda tecnica:
Absolute Douglas, ombretto Douglas Eyes in "Golden Eye" e "Dark Nights"
Dove si compra? Qui oppure in tutte le profumerie Douglas, che a breve lanceranno la collezione primaverile
Quanto costa? 7,95€
Quantità? 3gr
PAO: 18M
Altro da dire? è made in Italy!

Il primo, Golden Eye, contiene dei glitter piuttosto evidenti (che a tratti somigliano un po' a "scaglie" di glitter) anche se al tatto è soffice. Da un ombretto glitterato mi aspettavo che fosse più "ruvido", passatemi il termine. Invece è morbido, molto piacevole. Il colore ai miei occhi non è così dorato come vorrebbe suggerire il nome, piuttosto mi sembra un mix di oro e argento con glitter argentati. Difficile da spiegare "su carta". L'applicazione con pennello è molto difficoltosa perché il prodotto non aderisce bene alle setole, cade ancora prima di riuscire ad applicarlo sulla palpebra ed anche riuscendoci non si riesce a costruire bene il colore. Si preleva molto meglio direttamente con le dita e poi picchiettato sulla palpebra, anche se la precisione ne risente. Col pennello, inoltre, osservo un fallout maggiore rispetto alla sola applicazione con le dita. Sì, facilmente vi ritroverete con la guancia piena di glitter, consiglio di pensare al fondotinta come ultimo step :-) Inoltre, sfumare un ombretto così ricco di glitter diventa un'impresa impossibile perché il colore di base svanisce e nel frattempo i glitter cadono. Senza dubbio rende molto di più utilizzandolo come colore principale picchiettato o come effetto da aggiungere sopra qualche altro colore. Dark Nights, invece, è un ombretto dal finish satinato, direi un grigio medio-scuro. Tra i due è senza dubbio quello che preferisco. Ne apprezzo la texture, anche questo al tatto è soffice, non è esageratamente polveroso e si sfuma bene, anche se perde leggermente in colore se si fa troppa pressione col pennello. Per entrambi, ma in particolare per il Golden Eye, consiglio l'uso di una base leggermente appiccicosa sotto, in modo da farli aderire meglio.

Ho fatto una piccola demo utilizzando questi due ombretti e ho allargato l'immagine in modo che poteste vedere da vicino come si comportano sulla palpebra. L'ombretto chiaro l'ho applicato picchiettandolo con le dita, come vi anticipavo. Sulla piega ho usato l'ombretto grigio mentre la V esterna è stata leggermente scurita con un ombretto nero opaco, in quantità minima, solo per dare dimensione.

Qui invece gli swatches su mano, applicati sempre con dita. Come si nota il colore è bello pieno, e l'effetto dei glitter di Golden Eye si nota immediatamente, mentre sulla palpebra si perde un po'.


Tirando le somme, credo che gli ombretti debbano essere giudicati singolarmente. Il consiglio migliore che posso darvi è di andare direttamente in negozio e toccare con mano per farvi un'idea della texture, perché può cambiare molto la resa tra l'uno e l'altro. 

Ora però sono curiosa: se li avete già provati, come vi siete trovate? Oppure li proverete?
Baci glitterati! :D

mercoledì 20 febbraio 2013

Flawless foundation sponge di Born Pretty Store

Vi ricordate il geisha eyeliner di cui vi ho parlato poco tempo fa? Ecco, quello era uno dei prodotti da me scelti su proposta di Born Pretty Store. Il secondo, invece, è questa spugnetta dal colore vagamente tiffanyano :D

Scheda tecnica:
Pro Bottle Gourd Sponge Flawless Foundation Beauty Makeup Powder Puff Blender (su BPS vanno di moda i nomi corti e di facile memorizzazione)
Dove si compra: proprio qui e se volete potete usare il codice LEL91 per un ulteriore 10% di sconto.
Quanto mi parte? 3.30$ (al cambio di oggi 2.50€) ma più ne comprate, più risparmiate.
Altro da dire? I colori disponibili sono: azzurro, rosa, nero, bianco ma che io sappia non si può scegliere. Proverei comunque inviando un'email prima di ordinarla, se volete un colore in particolare.


Faccio una premessa. Sul sito lo staff di Born Pretty Store ha il coraggio di scrivere: "if used daily, we recommend washing your sponge once a week with a mild cleanser". In pratica consigliano di lavarla (solo) una volta alla settimana se usata quotidianamente. Pardon? Date retta a zia Ila, anche se non c'è bisogno di dirlo, lavatela dopo ogni uso. I batteri non sono graditi.

Ma veniamo a noi. Sono una fan delle spugnette, lo dico subito, ma per un motivo o per un altro mi ritrovo più spesso ad usare i pennelli per stendere il fondotinta. In realtà, a seconda del tipo di pennello, usare una spugna dovrebbe essere per tutti indubbiamente più facile. Prendete il classico pennello sintetico a lingua di gatto; beh, per molti usarlo senza lasciare strisce di colore sul viso diventa problematico. Ovviamente ci sono degli accorgimenti per evitare che ciò accada, ma la spugna scongiura in partenza questo tipo di incoveniente proprio per come va utilizzata, cioè principalmente picchiettandola sul viso. Dico principalmente perché a ciò, di norma, si fa susseguire un movimento rotatorio che aiuta il prodotto a fondersi con la pelle ulteriormente. Strisce di colore: non pervenute. Naturalmente si può utilizzare anche per stendere correttori, illuminanti in crema, ma anche ciprie o fondi in polvere, sebbene per questo scopo io preferisca un kabuki o un pennello con setole molto dense.

Questa spugnetta è molto diversa dalle altre in commercio? (e qui mi riferisco alle spugnette bianche in schiuma di lattice che si trovano dappertutto)

In merito al risultato finale, per me no. Certo, questa è un po' più carina, se vogliamo considerare il fattore estetico. E costa poco. Al tatto è, curiosamente, più compatta rispetto alle mie aspettative. Prima che mi arrivasse credevo avrei toccato una spugnetta molto morbida, chissà cosa nella mia testa mi induceva a pensarlo, ma tant'è. Invece questa oppone una bella resistenza quando la stringo. Per me la parte migliore per stendere il fondotinta è la base (rotonda). Servendomi dell'estremità più a punta, invece, picchietto il prodotto intorno agli occhi e dovunque ci sia bisogno di una superficie di stesura più piccola, tipo i lati del naso. Il risultato è senza dubbio omogeneo, non ho chiazze di colore e riesco a sfumare bene il fondotinta col movimento rotatorio a cui accennavo poche righe fa. L'aspetto che non mi è piaciuto è che, anche lavandola dopo ogni uso, la spugnetta rimane sempre macchiata. Anzi, non è che non mi piace. Lo odio proprio. Non sopporto le macchie perché fa sembrare sporca la spugna quando in realtà non lo è. Ecco. Fine dello sfogo :D 

Comunque, ad oggi, regge ancora bene a tutti i lavaggi subiti, che saranno almeno una dozzina. Ovviamente la sua vita non sarà infinita ma per il lavoro svolto fino a qui si merita una promozione :-)
 
Voi come applicate il fondotinta o altri prodotti? Con spugnette, pennelli, mani o come capita? :-) 
A presto!
 

martedì 19 febbraio 2013

Be Chic, Crema della Buonanotte: review

Rieccomi! Ciao a tutti! Dopo avervi deliziate col secondo post sulle chiavi di ricerca faccio un po' la seria e vi presento una crema idratante che mi è stata inviata qualche mese fa da Be Chic e che era compresa in uno dei kit multifunzione: la Crema della Buonanotte. L'avete anche vista nel mio post sui prodotti più usati/amati di Gennaio :)

Let's go!
Scheda tecnica:
Crema della Buonanotte di Be Chic
Dove comprarla: io trovo Be Chic presso Upim, Limoni, Acqua & Sapone e, a volte, da Sephora.
Prezzo: il kit multifunzione "Benvenuta in Paradiso!" (che comprende anche la Crema 1000 usi Benvenuta in Paradiso da 100 ml) costa 17,50€ ma si può acquistare singolarmente per 9,50€
Quantità: 45 ml quella ricevuta da me nel kit, ma ho visto che al momento, sul sito ufficiale di Be Chic, è presente in jar alla stessa quantità.
PAO: 12M
Altro da dire? è Made in Italy! 
Inci: Aqua, Ethylhexyl Stearate, Caprylic/Capric Triglyceride, Glycerin, Cetearyl, Alcohol, Butyrospermum Parkii (Shea) Butter, Glyceryl Stearate, Sodium Cetearyl Sulfate, Panthenol, Shorea Stenoptera Seed Butter, Prunus Avium (Bitter Cherry) Seed Oil, Prunus Cerasus (Bitter Cherry) Seed Oil, Hydrolyzed Rice Protein, Tocopherol, Caprylyl Glycol, Dimethicone, Carbomer, Sodium Saccharin, Sodium Hydroxide, Parfum (Fragrance), Disodium Edta, Phenoxyethanol, Methylparaben, Sodium Methylparaben, Ethylparaben, Butylphenyl, Methylpropional, Limonene, Linalool, Benzyl Salicylate.
Contatti: vi ricordo che Be Chic ha un sito internet (click qui), un canale YouTube (click qui) ed è presente anche su Pinterest (click qui)

La crema si presenta in un pratico tubetto, la scelta migliore per un discorso di igiene, per questo motivo lo preferisco al packaging in jar presente sul sito. La crema è bianca e, sebbene non sia inodore, non ha nemmeno un profumo particolarmente persistente; non saprei decifrarlo, ma posso dirvi che per il mio naso è una profumazione molto delicata e piacevole. La promessa è non solo quella di idratare e rendere luminosa la pelle del viso, ma anche di riparare le labbra e di rinforzare le ciglia. Vi dirò che, provata per gli ultimi due scopi, non ho notato grandi risultati. Le labbra non risultano particolarmente riparate (ma io sono fissata coi balsami labbra e quindi un po' pignola) e nemmeno le ciglia rinforzate. Diciamo che non ho notato miglioramenti. Ma nemmeno peggioramenti, a onor del vero! :D

L'ho molto apprezzata, invece, come crema idratante viso. Visto che ho avuto modo di provare anche il Balsamo Viso d'Angelo, sempre di Be Chic, posso già dirvi che la Crema della Buonanotte risulta un po' più leggera a livello di consistenza. Sono entrambe piuttosto dense, ma la seconda in un certo senso è più "sottile", meno corposa.

Mentre il Balsamo Viso d'Angelo secondo me è adatto principalmente alle pelli secche, trovo che la Crema della Buonanotte possa adattarsi anche alle esigenze di pelli normali/miste. Dico "anche" perché io, che come forse sapete, ho la pelle tendenzialmente secca (non più in modo eccessivo, come anni fa) ho trovato questa crema molto confortevole sulla pelle. Pensate solo al fatto che l'ho utilizzata negli ultimi due mesi, nevicate comprese, e non ho mai sentito il bisogno di riapplicarla durante il giorno, nè ci sono stati momenti in cui ho sentito la pelle tirare. Sì, perché sebbene sia raccomandata l'applicazione come crema da notte, io l'ho usata indistintamente anche dopo la detersione giornaliera. Per tutto il viso ne basta una piccola quantità e si asciuga abbastanza in fretta, rendendo anche particolarmente piacevole l'applicazione.

Come vi dicevo la uso anche la sera, dopo la detersione prima di andare a letto. Al mattino la pelle non tira in alcun modo ed è piacevole al tatto, nonostante il gonfiore post-sonno :D
Come dire... per me è sì :-)

I prodotti Be Chic provati fino ad oggi mi hanno piacevolmente stupita. In particolare lo skincare propone prodotti con cui mi sono sempre trovata bene. Parlo della crema viso tirami...su!, della Crema della Buonanotte e del Balsamo Viso d'Angelo (amato, finito e da recensire). Ora sto provando anche la crema Benvenuta in Paradiso e per il momento mi sta piacendo, ci risentiremo più avanti per l'ardua sentenza :D

Nel frattempo ditemi: avete provato lo skincare di Be Chic? Sì? No? Varie ed eventuali? :D
A prestissimo!

domenica 17 febbraio 2013

Il magico mondo delle chiavi di ricerca #2

Va bene, va bene. Ecco la rubrica acclamata a gran voce. Sì, ho deciso che una volta al mese pubblicherò le chiavi di ricerca che hanno condotto qui i viaggiatori internettiani, come suggerito da alcune di voi... pronte?? :D

VIA!

1000 modi per dire...
alfa j - Come nella puntata #1, ripetiamo tutt'in cor "Alpha-H!"
makeupconvulsivo - oddio!

Gli incompresi
blush on ads - uh?
girovagare - con le scarpe giuste, però, se no sai che caviglie a cotechino?
i'm dreaming of di rosso regole  - giusto, meglio informarsi.
smalti butter - ...London.
tende da sole qvc - non ne so niente.
siero viso visto stamattina a qvc - potresti essere un po' più dettagliata? :D 
qvc funziona, qvc più bella - pardon?

Gossip
chiara centioni laurea - in questa sede non troverai l'informazione che cerchi :D
chiara centioni qvc labbra rifatte? - aridaje.

Informazioni preziose 
comprerò letto - mi sembra una saggia decisione.

Gli sfortunati
fondotinta liquido guerlain avariato - ma che sfiga!

Precisi
clio make up del 18.01.2013 vedi come fare eye liner con scotch - ...e come rimuoverlo senza farsi male ovvero cercando di far perdere un po' di potenza adesiva attaccandolo e staccandolo dal dorso della mano.
maccosmetics.com genova via xx settembre - 16/A, CAP 16121.
negozio diego della palma via madonnina 13 - daaaaaaallaaaaaaaaaaa, non della, DAAAALLAAAA!
dovecomprare real technique pennelli in italia negozio in italiano - ma proprio in italiano.
tutorial make up palette 01 kiko gennaio 2013 - ehmmm...
qvc trasmissione del 22/01/2013 - è che bisogna registrarsele...
ciglia finte comprare online con spedizione gratuita - hqhair.com!
baremineralsfondotintacompattoready - amepiacetantissimo.
sopracciglia tagliare step immagini - step by step... ohhh babyyyy.
















Nomi di copertura
diego della palma- no basta, non ce la faccio.
diego delle palme - tipo la domenica delle palme? 
diega dalla palma - pure sesso ha cambiato.

(Tristi) constatazioni
korres non produce più il primer - ma nooooo.
le sopracciglia possono essere fatte con la ceretta - si ma non tutti lo consigliano.
primed and poreless too faced secca - ti giuro no.
qualcuno ha la z-palette - vero, qualcuno ce l'ha. E io scoprirò chi!!!
ringraziamenti doverosi - è cosa buona e giusta.
il prodotto cosmetico si abitua alla pelle e quindi e opportuno cambiare - e me lo dici così?
sopracciglia vanno tagliate - se sono tipo criniera te lo consiglio.
non ho abbastanza sopracciglia -  :-(
 
Bella domanda:
balsamo viso d'angelo adatto per pelli grasse? - per me è no.
zoeva arrivo? non so, vedi tu.
come lavorano in qvc? Mi sembra un'azienda seria.
correzione viso tondo costi - dal chirurgo immagino parecchio!
dove posso ancora trovare l'illuminante di estee lauder pure color illuminating powder gelee? - negli outlet americani.
false creme idratanti - maledette.
meglio beautybay o feelunique - BeautyBay!
cosa comprare di benefit burt's bees - si sono fusi?
che protezione solare usare sopra base trucco - se per base intendi fondotinta e correttore, sopra io non la metterei :D 

In confidenza... 
correttore di pearl - bella lì, Pearl!

Ed eccoci di nuovo al momento tanto atteso... la scelta della migliore, la reginetta del ballo, la suprema. Questa volta votate voi! :D

SIMPLY THE BEST
A) sopracciglia ispide da fissare - con la lacca.
B) coglia ginte mua - egiatto.
C) eliminare i dati dalla miacarta .sefhora.it - chollegati al sitho innanzithuttho.
D) sopracciglia che vanno nel senso sbagliato - basta fare inversione.


Non chiedetemi di scegliere la migliore tra queste perché è come chiedere ad un cantante "quale tra queste tue due canzoni preferisci?"

Uh.
A Sanremo l'hanno chiesto.

Vabbè.
Buona votazione! :D
          

mercoledì 13 febbraio 2013

Shopping online: Beauty Steals!

Beauty Steals è un sito inglese (niente dogana!) che vende make-up low cost, scoperto grazie ad un articolo pubblicato da Fee di Make-up Savvy. In quell'occasione ho anche scoperto che il sito in questione proponeva un programma per blogger con prova prodotto per farsi conoscere.

Lo store online è in crescita, quindi non troverete una gamma sterminata di prodotti, sappiate però che sono in aumento. I brand proposti sono tanti, tra cui Eyelure, Betty Hula, L'Oréal, Maybelline, NYC, Opi, Bourjois, Almay, Revlon, Girls Aloud... Simpatica anche la sezione dedicata ai prodotti che costano massimo 3£.


I prodotti che mi sono stati inviati da Natalie sono quelli che vedete in foto: una palettina di ombretti Rimmel Glam Eyes HD, un ombretto mono della linea satin di Revlon, il mascara Celebrity Lash Comb di Laval e un paio di ciglia finte "Sarah" di Girls Aloud. Per ora sono riuscita a provare solo i due ombretti, e vorrei proporvi un look nelle prossime settimane, magari aggiungendo il mascara che ancora non ho iniziato a testare. Nel frattempo mi sembrava giusto iniziare a farvi conoscere questo nuovo store e non fare aspettare troppo Natalie. Il pacchetto mi è arrivato in 4/5 giorni lavorativi spedito con Royal Mail e tutto era sano e salvo e ben impacchettato. Inoltre vi segnalo che è possibile ottenere un ulteriore sconto del 5% utilizzando il codice DISC05, come spiegato su un banner del sito.

Vi consiglio di dare un'occhiata! :-)
 A presto!

venerdì 8 febbraio 2013

Zoeva news: edizione limitata The Graphic Eyes + box

Post veloce dedicato ad una edizione limitata Zoeva che sarà disponibile a partire dal 13 Febbraio sullo store online.


Le box disponibili sono 1000 , conterranno dieci Graphic Eyes, un temperino e un booklet con informazioni sulle ispirazioni dei nomi delle colorazioni. Io non ho mai provato le Graphic Eyes, ma questa box sembra davvero carina :)

Chi le ha provate tra voi?
A presto!

giovedì 7 febbraio 2013

I più usati/amati di Gennaio (skincare e qualche extra!)

Rieccomi con la seconda parte dei prodotti più usati e amati di Gennaio. Come per il post di ieri, farò una distinzione tra quelli che ho solo usato di più e quelli che amo sul serio :D


Iniziamo!

Liz Earle Instant Boost Skin Tonic Spritzer: comprato due volte e, sebbene io non sia una grande utilizzatrice di tonici, devo dire che questo ha una formula così delicata che è davvero piacevole da usare. Credo che lo ricomprerò per la terza volta;
Be Chic, Crema della Buonanotte: mi è stata inviata prima di Natale in un kit multifunzione che devo ancora recensire, ma vi dico già che sto apprezzando moltissimo questo prodotto, tanto che come si evince dalla foto l'ho praticamente finita; una recensione più approfondita a breve;
Alpha-H Cleansing Oil: un olio solido di cui vi avevo già ampiamente parlato in questo articolo; è un ottimo struccante e lascia la pelle morbidissima;
Sponge Chief di Sensai Kanebo: ecco qua. Lo sapevo io, che questa spugna era magica. Mi è stata regalata a Natale da un'amica e non l'ho più lasciata; si bagna in modo da renderla morbida, aiuta a rimuovere tutte le tracce di trucco in maniera delicata e, per quanto mi riguarda, svolge un'azione leggermente esfoliante, poi si risciacqua;
Essence waterproof eye makeup remover: struccante bifasico non male, ma che non mi fa impazzire. Non uso make-up waterproof quindi non so dirvi se davvero toglie ogni traccia di trucco di quel tipo, invece so dirvi che quello non-waterproof lo toglie discretamente bene. Ne ho provati di migliori, per esempio preferisco il bifasico di Sephora. Certo è che per il prezzo che ha, ci può stare;
Nuxe, Reve de Miel balsamo labbra: d'accordo, l'ho desiderato moltissimo. E per la bellezza di 12.50€ non trovo che sia così eccezionale come dicono, però mi piace molto il fatto che sia opaco. Il mio Bi Mat Cay continua a superare tutti i balsami provati fino ad oggi;
Liz Earle Eyebright Soothing eye lotion: pulisce e rivitalizza la zona intorno agli occhi, o almeno così dicono. Delicata è delicata, senza dubbio, ma non ha fatto un granché per me. Più che altro voglio finirla al più presto per riciclare la bottiglietta comodissima, che ha il tappo che ruota e che si apre e si chiude :D

EXTRA: LE FISSE DEL MOMENTO, LIBRI, ACCESSORI.

Se mi appassiono a qualcosa, che sia un'attrice, un film, un libro, una citazione o una canzone, è finita. Nel senso che inizio a cercare informazioni, studiare il più possibile l'argomento e, a tratti, farmi viaggi mentali, specialmente con le canzoni. Dite che è perché sono donna, perché sono pazza, o perché sono quello che sono e basta? Invoco la mia amica dottoressa psicologa :D

Ecco un libro, o meglio una serie di libri, a cui mi sono appassionata e che ho finito di leggere poche settimane fa: la trilogia di Millennium dell'ormai scomparso Stieg Larsson. Sul serio, se esiste qualcuno lassù, per favore, faccia tornare Stieg Larsson e si prenda in cambio E.L.James e le sue cinquanta sfumature di stacippa.

(parentesi polemica e del tutto inutile che potete saltare a piè pari)
Non perché libri (coff coff, eh?) come i suoi non abbiano diritto di esistere. Ci mancherebbe. E poi chi sono io per sentenziare cosa dovrebbe stare nelle librerie o meno? Nooo, non per questo motivo. Ma perché i suoi libri, per quel che mi riguarda, offendono l'intelligenza delle persone. Lo dico con cognizione di causa, perché signori, io ho letto i tre libri di E.L.James per il puro (dis)gusto di vedere come sarebbe andata a finire, perché voglio conoscere prima di giudicare e perché sono anche un po' masochista. La natura della trama (trama?) non mi disturba, sono troppo vecchia per scandalizzarmi, è il come è scritta a darmi fastidio: permettere ad una persona che non sa scrivere (solo così riesco a definire una che ogni tre parole ci infila un gemito) di pubblicare è un'offesa a chi compra libri. Agli scrittori, quelli veri però. Magari quelli talentuosi, che non vendono perché il loro personaggio principale non è un quasi trentenne figo, superdotato, ricco e spostato di cervello. Patacicci. E anche a chi ripone un po' di fiducia nelle classifiche sperando possano rivelare piacevoli scoperte. Per tutti questi motivi invoco il ritorno di Larsson tra gli esseri viventi. Mi vendo tutti i trucchi. Please. Stieggggggg, torna tra nooooooi.

Dicevo.
Forse mancavo solo io all'appello di coloro che hanno letto le peripezie di Lisbeth Salander, ma ora eccomi qui, a proclamare il mio amore verso questa eroina con i contromaroni. Dove c'è una donna dignitosa e che si fa rispettare nonostante i calci in faccia presi dalla vita mi appassiono, c'è poco da fare. Tutti i personaggi femminili di questa trilogia sono irresistibili, affascinanti, intelligenti, capaci, ma soprattutto fanno una cosa che raramente si vede nella vita di tutti i giorni: si coalizzano.

E che dire dell'attrice che ha indossato i panni di Lisbeth Salander nelle tre pellicole svedesi? Noomi Rapace. Una bellezza non convenzionale e, per me, di un'eleganza magnetica, come il suo sguardo. Penso che ogni truccatore sul pianeta vorrebbe truccare degli occhi così espressivi (ecco l'anima che esce fuori...ehm, mi ricompongo).


Parlando di cose molto più frivole, un'altra fissa di questi mesi è stato l'anellino con la scritta "love" che ho comprato da questo venditore hawaiiano su Etsy :)

Sì, la manona è proprio la mia, e non faccio altro che indossarlo. Non è bellissimo??!

Ila piantala.
Scusate.


E non è finita qui. 
Su Asos ho comprato questo portaorecchini, che ho prontamente riempito e che ora campeggia sulla mia scrivania mentre scrivo. Al momento, tra l'altro, non lo trovo più sul sito quindi immagino sia esaurito. La qualità della foto non è il massimo, ma è stata fatta in condizioni di luce pessime e per giunta col cellulare. Serve a rendere l'idea, ma soprattutto a farvi notare gli orecchini a forma di labbra rosse in basso a destra, quelli a forma di panettone in alto a sinistra (regalo della cuginona, creati dalle sue abili manine), e quelli a forma di cono gelato proprio di fianco (regalo di un'amica, creati da un'altra artista) :D Parliamone!


Mi scuso per la deviazione, ma non ho saputo resistere. A dire il vero avrei ancora tante altre cose da inserire tra i preferiti... canzoni, fotografie, ma per ora mi fermo qui, non voglio farmi odiare :D

Se vi piace questo inserimento extra fatemi sapere, se non vi piace... pure! Attendo riscontri :D
A prestooooo!